Patate inserite nella dieta peruviana

20

PERÙ- Lima. 28/05/16. Il capo del ministero dell’Agricoltura e dell’Irrigazione del Perù (Minagri) Juan Benites ha riferito ada Andina News, che il consumo pro capite di patate in Perù è salito oltre il 17% negli ultimi dieci anni, si avvicina l’obiettivo di 100kg all’anno per persona.

Il Minsitro ha riferito che le principali misure per raggiungere l’obiettivo consistono in campagne pubblicitarie che informano i cittadini dei benefici alimentari della patata, che ha portato il suo consumo annuo pro capite da 76kg a 89kg dal 2005 ad oggi. Benites ha spiegato che la crescita è stata sostenuta anche dai punti di ristoro, a basso costo, dedicati al pollo al forno con patate. Tuttavia, l’obiettivo del settore è quello di raggiungere il 100 kg pro capite entro il  2021, quando il Perù celebrerà il suo bicentenario. «Abbiamo diverse varietà di patate che contengono alti livelli di vitamine e antiossidanti e, in questo modo, il Perù contribuisce alla sicurezza alimentare e l’umanità su scala globale», ha detto. Il ministro ha sottolineato che la produzione annua di patate è aumentata fino a 4,7 tonnellate, facendo del Perù uno dei 12 Paesi tra i maggiori produttori di tutto il mondo, con una superficie di 317.000 ettari coltivati ​​e una resa media di 14,9 tonnellate per ettaro. Le patate sono prodotte in 19 regioni in tutto il paese, tra cui Puno, Huanuco, Cusco, Cajamarca, Huancavelica, Junin, dove sono anche l’alimento principale per 711. 313 famiglie. Benites ha annunciato che Cusco ospiterà la patata World Congress nel 2018.