PAKISTAN. Vaste operazioni anti terrorismo al confine AfPak

35

Fonti dell’intelligence pachistana, ripresa da Dawn, hanno affermato che i militari hanno ucciso più di 100 sospetti militanti islamici in operazioni condotte dalle forze di sicurezza in tutto il paese, tra cui il Punjab,in meno di 24 ore dall’attentato alla moschea di Lal Shabaz Qalandar.

«Le agenzie di intelligence stanno facendo progressi per portare alla luce le reti dietro i recenti episodi di terrorismo», si legge in un comunicato rilasciato dall’Isi.
Nella sua dichiarazione, l’esercito ha sostenuto di aver trovato collegamenti con le reti di sostegno di militanti che operano da oltre confine.
«Il confine è stato chiuso da ieri sera per motivi di sicurezza. Non sarà consentito alcun passaggio transfrontaliero o accesso non autorizzato in Pakistan dall’Afghanistan», si legge nella dichiarazione.

Alle forze di sicurezza sono stati dati ordini speciali per mantenere una stretta vigilanza lungo tutto il confine, prosegue il comunicato.

Le forze di sicurezza stanno scatenando una sanguinosa repressione a livello nazionale: «Sia le autorità che le forze di polizia federali e provinciali hanno iniziato un giro di vite in tutto il paese prima dell’alba, e decine di sospetti sono stati arrestati da diverse città», afferma l’Afp, secondo cui l’operazione di rastrellamento si intensificherà nei prossimi giorni.

L’esercito ha lanciato le operazioni nel settore Shalman della Khyber Agency, vicino al confine Af-Pak, usando artiglieria pesante, riportano fonti della sicurezza, oltre che nel Lower Orakzai Anche Peshawar è stata teatro di operazioni della sicurezza in questi giorni.

Una dichiarazione dai Rangers pachistani ha detto che almeno 18 terroristi sono stati uccisi in operazioni nel Sindh; altri ancora a Quetta.

Il 17 febbraio i diplomatici afgani sono stati convocati alla sede centrale generale di Rawalpindi dell’esercito, che ha presentato una forte protesta contro l’utilizzo dicasi afgane da parte dei terroristiche poi colpiscono in Pakistan; ai funzionari afghani è stata anche consegnata una lista dei 76 terroristi più ricercati da parte dell’esercito del Pakistan, si afferma in un tweet dell’Isi.

All’Afghanistan è stato chiesto di prendere “azioni immediate” contro i terroristi nella lista o di consegnarli al Pakistan.

Anna Lotti