PAKISTAN. Rafforzata la cooperazione militare sino-pakistana

61

Cina e Pakistan hanno convenuto di proseguire e intensificare la cooperazione militare tra i due paesi. È quanto si apprende da un comunicato stampa dell’Inter-Services Public Relations,Ispr, ala mediatica del servizio di sicurezza pakistano.

Lo sviluppo delle relazioni è avvenuto durante il viaggio di tre giorni del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito pakistano, Qamar Javed Bajwa, in Cina, riporta The Express Trubune.

«La leadership cinese ha espresso completa comprensione del contesto geo-politico ed economico e di sicurezza della regione e le sue implicazioni per entrambi i paesi (…) Hanno riconosciuto il ruolo positivo riprodotto dal Pakistan verso la pace e la stabilità nella regione, con speciale menzione del ruolo del Pakistan nella eliminazione dei gruppi terroristici, tra cui Al Qaeda, Tehreek-e-Taliban Pakistan (Ttp) e Etim dal Pakistan», prosegue il comunicato riportato per esteso dall’agenzia Dawn.

Il capo dell’esercito ha ringraziato la leadership cinese per il suo sostegno e la cooperazione nella difesa che ha definito come una fonte di forza tra i due paesi.

Il generale Bajwa ha incontrato la leadership politica e militare della Cina: il vice premier esecutivo Zhang Gaoli, il vice Presidente della Commissione Militare Centrale generale Fan Changlong, capo della Direzione Generale dei Servizi congiunti, Fang Funghui e il generale Li Zuocheng, Comandante Esercito di Liberazione Popolare.

La leadership cinese in tutte le occasioni ha ribadito la sua comprensione completa dell’ambiente geo-politica e di sicurezza della regione.

La leadership cinese ha apprezzato lotta del Pakistan contro il terrorismo con una menzione speciale nell’eliminazione del rischio costituito dal gruppo legato ad Al Qaeda, Tehreek-e-Taliban Pakistan e dall’East Turkmenistan Islamic Movement.

La Cina accusa l’Etim di effettuare attacchi nella sua regione occidentale dello Xinjiang, dove vive la popolazione musulmana Uighur. La Cina aveva a lungo sollecitato Islamabad di eliminare i cosiddetti militanti dello Xinjiang.

Pechino durante le riunioni ha anche espresso preoccupazione per la crescente minaccia dello Stato islamico e di Etim in Afghanistan; oltre che aver espresso la sua soddisfazione per le misure di sicurezza adottate per salvaguardare il corridoi economico tra Cina e Pakistan, Cpec.

Luigi Medici