PAKISTAN. Khuzdar scommette sul corridoio sino-pakistano

54

di Luigi Medici PAKISTAN – Khuzdar 15/01/2017. La città di Khudzar spera nel progetto di corridoio sino-pakistano per la sua ripresa. La città non ha gas, nonostante la sua scoperta nella regione nel 1952 e la sua esportazione verso altre aree, riporta Efe. Le speranze di molti degli abitanti della regione sono puntate proprio sul corridoio economico Cina-Pakistan, una via commerciale che collegherà la città di Kashgar, nella provincia dello Xinjiang, nord-ovest della Cina con il porto pakistano di Gwadar, nel sud-est Balochistan. offrendo alla Cina una porta di accesso al Mar Arabico. Il progetto, avviato nel 2015, prevede un investimento di 46 miliardi di dollari in infrastrutture, soprattutto strade e centrali elettriche.

A Khuzdar, i circa 300.000 abitanti si aspettano che la città possa diventare un centro logistico e commerciale grazie alla sua posizione strategica tra le tre vie che formano il corridoio. Il Balochistan, provincia più grande del Pakistan con il 43 per cento del territorio nazionale e la più bassa densità di popolazione, solo il 7 per cento, ha protestato per decenni perché vede le sue risorse naturali, tra cui oro, gas naturale e rame, andare in un altre regioni e riceve poco in cambio.