Pakistan – India: da internet ai visti

10

PAKISTAN – Islamabad 15712/2015. Occorrerebbe «consentire ai cittadini indiani e pakistani il transito negli aeroporti di ciascun paese senza visto», ha scritto il quotidiano pakistan The Dawn il 14 dicembre.

Un servizio sul Dawn, dal titolo “Telecom agreement”, definiva come molto positiva la possibilità data dal governo alle società di comunicazioni telecomunicazioni e Internet di firmare accordi con i paesi vicini. «Per esempio, il permesso si potrebbe estendere nel fornire servizi di roaming per gli utenti “mobile” pakistani in India o in Iran, ma dato l’esiguo numero di persone che ne fanno uso, in particolare per viaggi in paesi vicini, può comportare una crescita di piccola entità». Il quotidiano afferma che l’accordo è una misura importante per costruire ulteriori contatti attraverso i confini: «Nei giorni prossimi, sarebbe un ottimo passo consentire ai cittadini indiani e pakistani il transito negli aeroporti di ciascun paese senza visto». The Dawn ha osservato che espandere simili legami «costruisce le basi per una maggiore cooperazione economica, obiettivo condiviso verso cui entrambi i paesi possono ancora una volta aspirare, dato il disgelo nelle loro relazioni (…) telecomunicazione migliori tra i fornitori pakistani e indiani potranno solo crescere verso una maggiore condivisione delle rispettive reti veloci (…) Il relativo isolamento del Pakistan dai propri vicini è un vincolo fondamentale per la sua crescita, superare questa difficoltà è un processo a lungo raggio che sarà segnata da fasi di questo tipo. Ci vorrà molto più dei collegamenti stradali per creare benefici legati da un’espansione dei legami».