PAKISTAN. Il nuovo quadro geostrategico avvicina Mosca e Islamabad

100

«Pakistan e Russia sono stati in grado di “trascendere” la loro storia di sfiducia e rivalità, portando ad un rapido miglioramento e l’espansione dei legami bilaterali politici, militari ed economici», ha detto a Mosca il ministro della Difesa pakistano, Khurram Dastgir.

Il Ministro, durante una conferenza internazionale sulla sicurezza a Mosca, ha detto che Islamabad vede il crescente coinvolgimento di Mosca in Afghanistan come uno sviluppo importante per promuovere la pace e contrastare il terrorismo nel paese, riporta VoA.

L’esercito e l’intelligence pakistana hanno svolto un ruolo fondamentale nell’aiutare gli Stati Uniti a far arrivare armi e fondi per aiutare i mujahidin afghani a combattere l’occupazione sovietica dell’Afghanistan negli anni Ottanta, spingendo Mosca a rompere tutti i legami con Islamabad. Ma oggi, le relazioni di Islamabad con Mosca sono positive ha osservato Dastgir: «Entrambi i paesi sono stati, credo, in grado di trascendere la loro storia e di avere un nuovo inizio».

La svolta nelle relazioni bilaterali è dovuta al fatto che negli ultimi anni le relazioni di Islamabad con Washington, sì di lunga data ma spesso caratterizzate da diffidenza reciproca, si sono nuovamente deteriorate. Le tensioni derivano principalmente dalle accuse che le istituzioni di sicurezza pakistane, principalmente l’Isi, ospitano e sostengono i talebani che combattiono contro le forze internazionali afghane e statunitensi in Afghanistan.

La ripresa dell’impegno bilaterale tra Islamabad e Mosca si è rafforzata nel 2014, quando i due paesi hanno firmato un accordo quadro di cooperazione nel settore della Difesa durante la visita in Pakistan del ministro russo della Difesa. In base all’accordo, il Pakistan ha acquistato quattro elicotteri da combattimento russi Mi35 per sostenere gli sforzi antiterrorismo e, inoltre, è in corso la consegna di aerei, insieme ad altro materiale militare. 

Russia e Pakistan stanno anche trattando per potenziali accordi energetici, mentre Mosca costruirà anche un gasdotto che collega le città pakistane di Karachi e Lahore. «È un inizio perché, naturalmente, c’è una storia di sfiducia reciproca; ma, entrambi i paesi, per molte ragioni geostrategiche, ora trovano un percorso ottimale per cooperare tra loro», ha osservato il ministro Dastgir. Le forze speciali pakistane e russe hanno condotto esercitazioni militari congiunte nel 2016 e nel 2017 e prevedono di farlo nuovamente quest’anno, concentrandosi su come contrastare il terrorismo nella regione.

Luigi Medici