Diminuisce il caldo a Karachi

4

PAKISTAN – Karachi 28/06/2015. Dopo una settimana di condizioni estreme, l’ondata di caldo che ha ucciso 1.200 persone si sta allentando nel sud del Pakistan.

Secondo gli ospedali di Karachi, capitale commerciale del paese e zona più colpita, sono morte in città 1.083 persone, di cui 33 il 26 giugno. La provincia meridionale di Sindh ha fatto sapere all’inizio della settimana che oltre 200 persone erano decedute nella provincia al di fuori di Karachi. Anche se la temperatura è scesa a 36 gradi, dai 45 registratine giorni precedenti, con l’arrivo di nubi in vista per le piogge monsoniche, centinaia sono ancora in trattamento negli ospedali per colpi di calore a Karachi, secondo le autorità sanitarie della città, riporta Anadolu. Le interruzioni di corrente, che durano fino a 12 ore al giorno in alcune parti del Paese, sembrano essere uno dei fattori principali dietro l’elevato numero di morti. Secondo i media locali, molte delle vittime erano operai e lavoratori che non hanno potuto far fronte all’intensità del calore e dell’umidità.