PAESI BASSI. La CPI non è competente sull’Ucraina per Mosca

68

La Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja non è competente a emettere un ordine voluto da Kiev che impedisca a Mosca di sostenere i separatisti in Ucraina orientale e Crimea.

Secondo quanto riporta Rferl, la questione è «chiaramente al di fuori della competenza della corte» ha detto il capo dell’ufficio legale del ministero degli Esteri Roman Kolodkin alla corte il 7 marzo, un giorno dopo che gli avvocati dell’Ucraina avevano accusato la Russia di rendere «impossibile ai cittadini ucraini di sentirsi al sicuro nel loro paese».

Mosca ha preso il controllo della penisola di Crimea a marzo 2014 e ha sostenuto i separatisti in Ucraina orientale.

Kiev ha accusato la Russia di violare le convenzioni delle Nazioni Unite contro il terrorismo e la discriminazione sostenendo i gruppi in Ucraina orientale e in Crimea.

Accusa anche la Russia di maltrattare i tartari e gli etnici ucraini di Crimea dal momento che ha preso il controllo della penisola.

Il Cremlino ha negato l’invio di truppe o di equipaggiamenti militari verso l’Ucraina orientale, nonostante quanto sostenuto dall’Occidente e da Kiev.

Gli Stati Uniti e altri paesi occidentali hanno imposto sanzioni economiche a Mosca a causa della sua presunta interferenza in Ucraina.

Kolodkin ha detto il 7 marzo che le accuse alla Russia di prendere parte al conflitto in Ucraina orientale sono infondate: «La Federazione Russa risponde pienamente agli obblighi previsti dai trattati che ora sono fatti valere dall’Ucraina» ha detto alla corte.

«L’Ucraina non ha fornito prove circostanziate per far rientrare la sua mozione nella convenzione indicata» per far eliminare la discriminazione, ha poi detto l rappresentante del ministero degli Esteri russo.

Il primo round delle audizioni, previsto fino al 9 marzo, sarà in gran parte composto da questioni procedurali.

Anche la Georgia ha portato un caso simile contro la Russia, ma la corte ha stabilito nel 2011 che non era competente a pronunciarsi sulla questione.

Anna Lotti