Pace tra talebani afghani e pakistani

62

PAKISTAN- Karachi.10/04/14. Il Peninsula Qatar riporta una notizia dell’agenzia di stampa Reuters secondo cui i talebani afghani e pakistani si sarebbero alleati.

Militanti talebani in Pakistan hanno stabilito un rapporto sempre più stretto con gli insorti provenienti da oltre confine, in Afghanistan, fornendo loro esplosivi e combattenti ben addestrati, a dirlo un alto comandante dell’esercito afghano. I talebani in Pakistan hanno sempre operato separatamente dai loro omonimi afghani, combattendo per rovesciare il governo democraticamente eletto a Islamabad e stabilire una rigorosa stato sharia islamica nel Paese dotato di armi nucleari. Ma nelle ultime settimane i due gruppi hanno segretamente concordato di lavorare insieme, con i militanti pakistani che hanno annunciato un cessate il fuoco con il loro governo al fine di preservare le basi dei militanti utilizzate per inscenare attacchi transfrontalieri. Il Maggiore Generale Muhammad Sharif Yaftali, responsabile di diverse province orientali sopra o vicino al confine afghano con il Pakistan, ha detto che questo rapporto è sempre più stretto. «Stanno lavorando insieme ora. Stanno stringendo i rapporti». Ha sostenuto Yaftali, comandante del 203 Corps, ha detto. «I talebani afghani e pakistani hanno la stessa ideologia. Sono le stesse persone. Essi provengono della stessa scuola». L’alleanza complica il quadro per le truppe di Yaftali che cercano di portare legge e ordine in alcune delle aree più violente e inaccessibili dell’Afghanistan dove i militanti legati ad Al Qaeda sono da ritenersi rintanati in tane montane isolate. Ma alcuni sono scettici circa l’attuale capacità dei talebani di infliggere pesanti perdite ai governi, indicando il fatto che non ci sono stati attacchi importanti durante le elezioni presidenziali dello scorso fine settimana in Afghanistan, che gli insorti avevano giurato di distruggere. L’Afghanistan, si legge nel Peninsula Qatar, ha notoriamente un cattivo rapporto con il Pakistan e spesso accusa il suo vicino, così come la sua agenzia di intelligence ISI, di sostenere i militanti e aiutare gli attacchi di scena sul suolo afgano. Comandanti militanti hanno detto che il recente cessate il fuoco è stato imposto soprattutto sui talebani dalla rete ombra pachistana Haqqani .