Crescita rallentata per l’economia mondiale

13

STATI UNITI D’AMERICA – New York 13712/2015. L’economia mondiale è destinata a crescere del 2,9 per cento nel 2016 e del 3,2 per cento nel 2017.

Sono questi i dati che emergono da uno studio delle Nazioni Unite presentato il 10 dicembre in cui si attribuisce la modesta crescita economica ad una serie di turbolenze congiunturali e strutturali. Il World Economic Situation and Prospects 2016 è stato presentati anteprima a New York e già nel primo capitolo si afferma che l’economia mondiale è calata nel 2015 e che la crescita globale è stimato al 2,4 per cento. Tra prezzi più bassi delle materie prime, grandi fughe di capitali e una maggiore volatilità dei mercati finanziari, la crescita delle economie in via di sviluppo e di quelle in transizione è rallentata registrando il suo ritmo più debole dall’inizio della crisi finanziaria globale. La crescita stagnante degli investimenti e il crescente scollamento tra attività finanziarie ed economia reale impediscono che l’economia mondiale cresca adeguatamente, si legge. Secondo il rapporto Onu, la crescita nelle economie sviluppate guadagnerà un certo slancio nel 2016, mentre la crescita economica in quelle in via di sviluppo e in transizione dovrebbe gradualmente recuperare vitalità: per i paesi in via di sviluppo si prevede una crescita del 4,3 per cento e del 4,8 per cento nel 2016 e 2017. Il rapporto completo sarà disponibile a gennaio 2016.