Iniziata la vendita di Omantel

58

OMAN – Mascate. 05/02/14. L’Oman venderà il 19 per cento del suo ex monopolio delle telecomunicazioni Omantel in due fasi: la prima riservata agli investitori locali ricchi si concluderà a marzo; la seconda aperta a tutti gli omaniti.

Il governo, secondo fonti locali, che ora possiede il 70 per cento di Omantel, nel mese di settembre ha annunciato l’intenzione di ridurre la sua partecipazione al 51 per cento attraverso una vendita di azioni pubblica, un mese dopo che ha nominato Bank Muscat come consulente.

Da allora, non vi è stato alcun ulteriore annuncio ufficiale, ma alcuni giornali sostengono che Muscat, questa settimana avrebbe fatto il nome di Saud bin Nasser al Shukaily, segretario generale della Fiscalità presso il Ministero delle Finanze, come fonte, per dire che il primo collocamento privato per investitori che acquistano più di OR 2 milioni (5,2 milioni dollari) del valore delle azioni.

La seconda fase sarà aperta a tutti omaniti. Il governo prevede di vendere 142,5 milioni di azioni di Omantel; Shukaily non ha detto se una certa percentuale di tali azioni sarà riservata per la seconda fase.

Gli investitori stranieri non saranno in grado di partecipare a due fasi, ma possono acquistare azioni sul mercato secondario. La sua capitalizzazione di mercato è 3,05 miliardi dollari, secondo i dati Reuters, vendendo una quota del 19 per cento del valore dovrebbe incassare circa 579 milioni dollari.

Optando per una vendita pubblica, il governo cambia strategia. Nel 2007 il governo intendeva vendere il 25 per cento di Omantel ad un investitore strategico, prequalificando otto operatori provenienti da Europa, Asia e Medio Oriente. La vendita fu poi rinviata per via della crisi economica del 2008. A differenza di altri ex operatori del Golfo di monopolio, Omantel ha fatto poco per espandersi all’estero. La sua unità estera è attiva solo in Pakistan, più precisamente in Pakistan Worldcall in cui Omantel detiene una quota di maggioranza.