In Oman aumenta la produzione di benzina normale

15

OMAN – Muscat 29/07/2016. La produzione omanita di benzina normale è aumentata del 175 per cento durante la prima metà del 2016.

Si tratta, riporta Oman Tribune, di una conseguenza della liberalizzazione dei prezzi della benzina decisa nel mese di gennaio, che ha provocato un aumento del prezzo di oltre il 50 per cento negli ultimi 12 mesi. Il cambiamento così generato dei prezzi ha forzato molti proprietari di autoveicoli a passare dalla benzina super al combustibile normale più economico, prosegue l’Oman Tribune.
La produzione totale di benzina normale è salita a 3,28 milioni di barili nel corso dei primi sei mesi del 2016, da 1,14 milioni di barili durante lo stesso periodo nel 2015, secondo i dati del Centro Nazionale per le statistiche e informazioni.
Il Ncsi ha detto che la produzione di petrolio di grado eccellente è scesa del 21 per cento a 8,95 milioni di barili dagli 11,38 milioni di barili nel 2015.
Tradizionalmente il consumo di benzina super è stimato a circa il 90 per cento, ma con la liberalizzazione dei prezzi da gennaio, la domanda per questo tipo di benzina è sceso. Sulla scia della crescita della domanda di benzina normale, le raffinerie hanno aumentato la produzione di questa varietà.
La produzione di petrolio greggio e condensati nel primo semestre è cresciuta del 3,6 per cento arrivando a 182,05 milioni di barili dai 175.67 milioni di barili durante lo stesso periodo semestrale nel 2015. La produzione media giornaliera ha toccato 1 milione di barili dai 970,600 barili per il primo semestre del 2015.
L’aumento della produzione ha visto crescere anche le esportazioni di petrolio greggio del 6,3 per cento arrivando a 164,57 milioni di barili dai precedenti 154,87 milioni di barili.
Nel contesto di prezzi del petrolio in calo, il prezzo medio del greggio dell’Oman è sceso del 40,9 per cento arrivando a 35 dollari al barile nel primo semestre dai 59,3 al barile nel 2015.