Obama e Putin secondo Trump

85

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 15/09/2016. Barack Obama ha ribattuto a Donald Trump dopo che il candidato repubblicano lo ha definito un leader debole, più di Vladimir Putin.

Obama, riporta Rferl, ad un raduno democratico a Philadelphia, il 13 settembre, ha sottolineato che Trump «proprio la settimana scorsa è andato sulla televisione di stato russa per denigrare i nostri militari e ingraziarsi Vladimir Putin», elogiato come un leader migliore di Obama. «Potete immaginare Ronald Reagan idolatrare qualcuno così?», ha detto Obama citando l’ex presidente degli Stati Uniti osannato dalla maggior parte dei repubblicani. «Lui lo ama», ha detto Obama, «Pensate a quello che è successo al partito repubblicano che era solito contrastare la Russia e l’autoritarismo, e sostenere la lotta per la libertà e per la democrazia (…) Ora, il candidato repubblicano via in giro lodando un tizio, dicendo che è un leader forte, perché invade i paesi più piccoli, imprigiona i suoi avversari, controlla la stampa, e guida la sua economia verso una lunga recessione».
Obama ha poi detto, «Devo fare affari con Putin, devo fare affari con la Russia, ma fa parte della politica estera (…) Certamente, io non vado in giro dicendo: “Questo è il mio modello”».