Nuovo governo in Costa d’Avorio

61

COSTA D’AVORIO – Yamoussoukro. Dopo aver concluso il 16 novembre scorso il suo viaggio di rappresentanza a Roma e in Vaticano, il presidente ivoriano, Alassane Ouattara, è tornato ad occuparsi nuovamente e con energia della situazione politica interna.

In effetti, prima di partire per la volta di Roma, dove ha incontrato i rappresentanti del governo italiano e d’Oltre Tevere, il presidente Ouattara aveva sciolto in Consiglio dei Ministri il governo presieduto da Jeannot Ahoussou Kouadio. Il governo era stato incaricato nel marzo scorso e doveva occuparsi di sanare le ferite del conflitto politico e etnico nato dai risultati elettorali del novembre 2010. 

Le ragioni dello scioglimento non sono state chiarite, ma fonti vicine alla presidenza hanno indicato che, nonostante Kouadio sia l’alleato più importante di Ouattara, esisteva una scarsa coesione all’interno della coalizione al potere.

La vacatio è durata però una sola settimana. Il 21 novembre l’ex Ministro degli Affari Esteri del governo Kouadio è stato nominato nuovo capo del governo. La nuova squadra di governo non è stata ancora formalizzata, a dimostrazione della fibrillazione politica che vive ancora il Paese. Il primo problema da risolvere sarà di sicuro quello della sicurezza e della ripresa economica. Con questo nuovo governo il presidente Ouattara spera così di ingranare la via della riconciliazione e della ripresa economica.