Nuova legge antiterrorismo in Indonesia

66

INDONESIA – Giacarta. L’Indonesia ha rafforzato il controllo sulle transazioni finanziarie il il 12 febbraio: Giacarta ha introdotto la sua prima legge volta a soffocare i finanziamenti per le organizzazioni radicali, segnando quello che è stato definito un passo fondamentale nella lotta al terrorismo. La Camera dei Rappresentanti ha approvato l’introduzione di pene severe per i privati ​​e per le aziende colpevoli di finanziare attività terroristiche. L’Indonesia, che ha intensificato gli sforzi per combattere il terrorismo negli ultimi anni, non ha subito un attacco su larga scala dagli attentati del 2009 che colpirono il JW Marriott e il Ritz-Carlton hotel a Giacarta. Nel 2012, nel Paese si è registrato un aumento gli attacchi terroristici volte a colpire le forze dell’ordine a Java, Sulawesi e Papua, mentre altri gruppi hanno preso di mira, senza successo, le sedi a Giacarta e Depok. La legge consente ora, alle forze dell’ordine di segnalare i conti bancari e congelare i beni di coloro che sono sospettati di finanziare il terrorismo in Indonesia e all’estero. Tra le disposizioni chiave della nuova legge c’è un articolo che prevede una pena massima detentiva di 15 anni per chi venga condannato per finanziamenti al terrorismo, mentre l’associazione a delinquere volta a finanziare attività terroristiche comporta laa pena massima dell’ergastolo. Alle aziende condannate potranno essere comminate multe fino a 10,4 milioni di dollari, nonché la possibilità di confisca dei beni da parte dello stato, o il loro scioglimento. La legge richiede anche alle banche e ad altri fornitori di servizi finanziari di segnalare operazioni finanziarie al Centro di analisi anti-riciclaggio (Ppatk) per analisi più approfondite su operazioni sospette. I governi stranieri potranno anche chiedere alle autorità indonesiane di bloccare i conti di persone o società straniere sospettate di coinvolgimento in attività terroristiche. L’Indonesia era una delle due nazioni del G-20 prive di una legge che impedisse il finanziamento di attività terroristiche.