Nuova connettività aerea indiana

25

di Tommaso dal Passo  INDIA – Nuova Delhi, 21/10/2016. Il governo oggi ha pubblicato le linee guida finali per il nuovo regime di connettività regionale (Rcs), che intende fornire connettività aerea alle zone non servite e remote. Lo riporta Sarkaritel, che cita il ministro indiano per l’Aviazione civile Jayant Sinha.

Il governo prevede una risposta “molto positiva” da parte del settore per l’impostazione delle linee guida finali;  le componenti chiave Rcs sono il blocco delle tariffe passeggeri e i finanziamenti per coprire i deficit. Secondo il ministro, le linee guida finali sono state elaborate dopo ampie consultazioni con tutte le parti interessate, come i governi statali, le compagnie aeree, gli operatori aeroportuali, i fornitori di servizi, i produttori aerei, le associazioni di categoria e gli enti regolatori.

Lo schema è una componente chiave della politica indiana, recentemente approvata, per l’aviazione civile (Ncap), il cui obiettivo principale è quello di «migliorare la connettività regionale attraverso il sostegno fiscale e lo sviluppo delle infrastrutture».

La politica si propone di far crescere la connettività regionale attraverso diverse misure quali incentivi, blocco delle tariffe aeree per un numero limitato di posti a sedere e rilancio degli aeroporti e delle piste di volo esistenti.

La Rcs dovrebbe sostenere le compagnie aeree, fornendo un sostegno finanziario diretto, che sarebbe stato dato alle compagnie aeree interessate per dare il via alle operazioni in un aeroporto non servito o “più poveri”; inoltre si prevede di mantenere i prezzi per i biglietti passeggeri a prezzi accessibili.

In base al regime, i governi statali parte del Rcs contribuiranno al 20 per cento di un fondo ad hoc, mentre gli stati nord-orientali daranno solo il 10 per cento.