Nucleare britannico finanziato dai fondi del Golfo

37

GRAN BRETAGNA – Londra. 23/10/13. Il quotidiano “Les Echos” testata economica francese, si è chiesta se i fondi sovrani del Golfo possono davvero acquistare una quota fino al 15% nel progetto FES “EDF”, per costruire due reattori nucleari a Hinckley Point in Gran Bretagna, ad un costo di 16 miliardi di sterline, l’equivalente di 26 miliardi di dollari. 

La società francese “EDF”, ha annunciato lunedì che potrebbe guidare una coalizione per la costruzione di due reattori di progettazione. “Areva” azienda francese sarà partner del progetto in Gran Bretagna che si unisce a “EDF” insieme a CNNC General Chinese (CGN) Corporation China National Nuclear, l’aumento di quote da parte delle aziende cinese potrà arrivare al 30% e al 40%, mentre alla francese Areva, andrà il 10% del capitale. 

Secondo “FES” però le discussioni sono in corso con un breve elenco di altre parti interessate, per una ulteriore quota pari al 15%. Il giornale francese, senza citare le fonti, ha citato come pretendenti il fondo sovrano del Kuwait o quello del Qatar. È interessante notare che l’Investment Authority Generale in Kuwait, che è il fondo sovrano del paese aveva acquistato una quota del 4,8% nel gruppo nucleare francese.