Accordo nucleare franco-ceco

45

REPUBBLICA CECA – Praga 09/12/2014. Durante la sua visita a Praga, il primo ministro francese Manuel Valls ha detto che compagnie statali francesi, come Electricite de France e Areva, sono interessate a espandere il programma nucleare della Repubblica ceca.

Durante la sua visita a Praga il 9 dicembre, Valls ha detto, in un business forum ceco-francese, che aziende controllate dallo Stato come Electricité de France e il gigante dell’ingegneria nucleare Areva «sono pronte a intervenire» per espandere la produzione di energia nucleare del Paese. La Repubblica ceca e la Francia, a differenza di altri paesi europei, come la Germania o l’Austria, sono fortemente dipendenti dall’energia nucleare. Quest’anno, le autorità ceche dovrebbero approvare un piano per costruire nuovi reattori in due centrali nucleari ceche: quelle di Temelin e Dukovany.
Gli attuali sei reattori nucleari del paese producono un terzo della sua energia elettrica, e l’iniziativa franco-ceca aumenterebbe la percentuale ad almeno il 50 per cento. Nel mese di ottobre, la Francia ha già firmato un accordo intergovernativo con il Sudafrica sulla cooperazione per lo sviluppo di energia nucleare. Si prevede che l’accordo possa aprire la strada ad Areva per costruire otto reattori nucleari in Sud Africa per un valore di 50 miliardi di dollari.