Novara, UNIFIL e Bint Jbail

47

di Maddalena Ingroia LIBANO, Shama, 17/11/2016. Il contingente italiano in Libano ha donato materiale ospedaliero all’ospedale governativo di Bint Jbail.
La donazione è avvenuta alla presenza del comandante del Sector West di Unifil, generale Ugo Cillo e del presidente del consiglio di amministrazione dell’ospedale, Toufik Faraj.
Letti, tavoli, vassoi, culle termiche e altro, sono stati affidati ai caschi blu italiani, dall’ospedale maggiore di Novara grazie al coordinamento con il reggimento Gestione Aree di Transito di Bellinzago Novarese che in Libano ha costituito il Gruppo Supporto Aderenza del contingente prima di essere avvicendato dal reggimento Logistico “Pozzuolo del Friuli”.
Il progetto è nato dopo un incontro con i vertici dell’ospedale libanese che avevano rappresentato la necessità di completare alcune aree del nosocomio che garantisce l’assistenza sanitaria per la popolazione locale di una considerevole zona del territorio.
Il dottor Faraj ha espresso gratitudine all’Italia e al suo contingente per il lavoro che continua a svolgere a favore della popolazione libanese e in particolare per il Libano del sud.
L’assistenza alla popolazione locale è uno dei compiti assegnati al contingente italiano di Unifil dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi.