Una donna alla guida di Pyongyang

122

COREA DEL NORD – Pyongyang 02/10/2014. Kim Jong Yo, la sorella minore del leader nordcoreano Kim Jong Un, ha assunto i poteri del fratello mentre questi è in convalescenza.

Come riporta la rivista The Diplomat: «Alcuni dicono che Hwang Byong So, direttore dell’Ufficio politico generale dell’Esercito Popolare di Corea, potrebbe aver essere il nuovo numero 2, ma dato che è stata confermata, possiamo dire che Hwang è solo un’ombra, e Kim Jong Yo è il secondo “uomo” al comando della Corea del Nord». La rivista cita come fonte Kim Heung Gwang, leader della North Korea Intellectuals Solidarity (Nkis), gruppo di nordcoreani residenti in Corea del Sud che promuovono la democratizzazione nordcoreana. Secondo The Diplomat, Kim Jong Un è in convalescenza presso la Bonghwa Clinic nella capitale Pyongyang. Il Nkis riporta che la decisione di mettere in convalescenza prolungata il capo dello Stato è stata presa in una riunione dell’Ufficio politico del Comitato centrale del Partito dei Lavoratori di Corea il 6 settembre. Si sarebbe anche deciso che tutti gli alti funzionari nordcoreani si sarebbero attenuti agli ordini di Kim Jong Un; che il partito sarebbe stato “in allarme rosso” e che Kim Jong Yo (a sinistra nella foto) si sarebbe assunta la responsabilità delle questioni governative in assenza di Kim Jong Un. La natura esatta dei problemi di salute del leader nordcoreano rimane sconosciuta. Kim Jong Yo è la figlia dell’ex leader nordcoreano Kim Jong II. Ufficialmente menzionata per la prima volta il 9 marzo 2014, è un alto funzionario del comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea.