Esercitazione contro El Niño

76

PERU’ – Tumbes 28/11/2014. Trenta vigili del fuoco provenienti da Perù ed Ecuador si addestrano congiuntamente nella città di Tumbes per prepararsi ad affrontare a potenziali disastri come terremoti e alluvioni causate da El Niño.

Alberto De Filippo, appartenente ai Vigili del Fuoco del Perù, riferisce l’agenzia Andina, che 15 vigili del fuoco sono stati selezionati dai distaccamenti di Piura e Tumbes e 15 vigili del fuoco ecuadoriani, che hanno risposto all’invito dall’Istituto Nazionale di Protezione Civile (Indeci) e del Dipartimento di Risk Management dell’Ecuador. Da Guayas, Ecuador, il capitano Juan Pablo Jaramillo Cobos si è detto copito dalla capacità dei vigili del fuoco peruviani nell’affrontare simili emergenze aggiungendo che la compagnia di vigili dle fuoco dal lui comandata si è trovata a proprio agionell’apprenderenuove tecniche nei quattro giorni di addestramento ed esercitazioni. L’ingegnere Manuel Boggio, capo della Indeci-Tumbes ha detto ijnoltre ad alcuni membri dell’Esercito peruviano che oltre alle lezioni, l’esercitazione pratica nella piscina di salvataggio, che si trova nel distretto di Aguas Verdes è stata fondamentale. Si prevede che il 30 per cento dei partecipanti si possa diplomare come esperto di recupero dei crolli, in modo da poter rispondere in modo efficiente ai danni che può causare El Niño o un terremoto di forte intensità nelle città di confine. Come è già successo, in un terremoto, oltre il 50 per cento delle famiglie subisce gravi danni,ed è quindi necessario avere brigate operative di primo intervento in uno scenario devastato con infrastrutture al collasso.