Nigeria, soluzione vicina per il conteso blocco 245 tra Malabu Oil e SNUD – ENI

72

Si chiude con pagamento di 1092, 04 milioni di dollari di SNUD ed ENI a Malabu Oil la questione del blocco 245 in Nigeria.

Il Procuratore Generale della Federazione nigeriana (AGF) e Ministro della Giustizia, Mohammed Bello Adoke (SAN), ha fatto sapere che il governo federale sta mediando per arrivare ad un accordo per risolvere la controversia di lunga data tra Malabu Oil & Gas Limited (Malabu) e i suoi partner, Ultra Deep Shell Nigeria Limited (SNUD, di cui fa parte anche ENI) sulla proprietà e il diritto di gestire blocco 245. Adoke in una dichiarazione alla stampa ha rivelato che Malabu accetterebbe di rinunciare a tutti gli interessi e diritti in OPL 245 per la somma di 1.092,04 milioni dollari USA. Il governo federale è intervenuto, sempre secondo il ministro, solo su istanza di Malabu. «Il governo – ha dichiarato il ministro – ha preso atto delle cause pendenti istituiti da SNUD contro il governo federale della Nigeria e / o Malabu, compresi trattato bilaterale sugli investimenti (BIT) l’arbitrato n ARB / 18/07 in attesa presso il Centro Internazionale per la risoluzione delle controversie relative agli investimenti (ICSID Arbitrato) per far valere SNUD i diritti ad operare esclusivamente blocco 245 Contractor sulla base del PSC 2003 tra la Nigeria National Petroleum Corporation NNPC e SNUD e le implicazioni finanziarie di difendere queste azioni sul bilancio pubblico e optato per la risoluzione amichevole della controversia». L’accordo raggiunto prevederebbe che SNUD ed ENI paghino Malabu attraverso il governo federale in qualità di debitori, la somma di 1.092,04 milioni dollari USA una sorta di liquidazione, Malabu, si impegna oltre che a rinunciare definitivamente al blocco 245 ad accettare alla riassegnazione di Block 245 a Nigerian Agip Exploration Limited (NAE) e Shell Nigeria Exploration and Production Com-azienda Limited (SNEPCO).