La NIgeria abbandona Minusma

39

NIGERIA – Abuja 20/7/13. Il presidente di turno dell’Ecowas,  Alassane Quattara, presidente della Costa D’Avorio, ha confermato il ritiro della Nigeria da Minusma, la missione Onu in Mali, giustificando il rituro come misura utile per affrontare meglio  le sue della sicurezza interna del Paese.

Parlando al termine del vertice Ecowas di Abuja, Quattara ha detto che il presidente nigeriano, Goodluck Jonathan, aveva ufficialmente chiesto il ritiro graduale delle truppe nigeriane dal Mali. Le motivazioni illustrate da Quattara sul ritiro nigeriano contraddicono le fonti militari e diplomatiche che ad Abuja avevano legato il ritiro a presunti maltrattamenti e al mancato riconoscimento del ruolo della Nigeria in Mali, in particolare la mancata nomina di un nigeriano a posizioni di vertice in Minusma. A giugno 2013, il segretario generale dell’Onu, Ban Kin Moon, aveva annunciato la nomina di Gen. Jean Bosco Kazura del Rwanda come nuovo comandante Minusma, accantonando l’uomo della Nigeria il Gen. Shehu Adbulkadir già comandante di Afisma, dal gennaio 2013. Nonostante il suo contributo allo sforzo di pace in Mali, la Nigeria era stata esclusa dalle cariche di vertice di Minusma. Nel febbraio 2013, la Nigeria aveva schierato un totale di 1.200 soldati per Afisma, un battaglione dell’esercito nigeriano, più una forza di 900 soldati e un contingente dell’aeronautica di 300 soldati,  due jet da combattimento Dassault-Breguet Dornier Alpha e due elicotteri Mi-35. Inoltre, la componente nigeriana aveva schierato un C-130 Hercules e un G 222 per l’operazione. La Nigeria è il quarto più grande paese contribuitore di truppe alle operazioni di pace delle Nazioni Unite.