La Nigeria e l’immigrazione

7

NIGERIA – Abuja 21/01/2016. Il Comando navale orientale della marina nigeriana ha detto, il 21 gennaio, di aver intercettato a Calabar, nel Cross River State, una nave da trasporto, la Av Agamba, con non meno di 183 nigeriani e 41 immigrati clandestini.

L’ammiraglio Atiku Abdulkadir (a sinistra), riporta il nigeriano Vanguard, ha detto che la nave è stata intercettata al suo arrivo dal Gabon. Abdulkadir ha spiegato che alla nave è stato permesso di attraccare al molo perché la maggioranza dei passeggeri erano nigeriani. Ha poi aggiunto che il governo federale aveva posto un divieto che bloccava l’accesso nei porti nigeriani agli immigrati clandestini. L’ammiraglio ha aggiunto che dei 183 nigeriani, 93 erano bambini, e di questi 83 e la maggioranza degli adulti non avevano il passaporto, ma che erano in possesso di “certificati di viaggio d’emergenza”. Abdulkadir ha detto che la Marina deve ancora confermare se i bambini siano stati portati in Nigeria illegalmente, aggiungendo che non vi è alcuna possibilità di rintracciare la loro origine. «Ci sono anche 41 stranieri a bordo della nave, di cui quattro sono dell’Africa centrale, mentre altri sono dell’Africa occidentale. Oltre 35 di loro sono in possesso di certificati di viaggio di emergenza e nessun passaporto. Stiamo cercando di lavorare con m l’ufficio immigrazione per controllare che non vi siano personaggi pericolosi tra di loro. È molto preoccupante che le persone stiano entrando in questo paese senza documenti di viaggio, proprio ora che nel paese c’è un a epidemia di febbre di Lassa e altri problemi di salute pubblica, vogliamo assicurarci che chi entri nel paese non porti con sé alcuna minaccia per la salute pubblica». Abdulkadir ha detto poi che la polizia e il Dipartimento della sicurezza dello stato al molo avrebbero controllato i nigeriani a bordo della nave per garantire che essi non costituiscano una minaccia per la sicurezza: «Consegneremo gli stranieri al servizio immigrazione per una verifica. Chiunque venga trovato con documento di viaggio illegale sarà rimandato in Gabon. Siamo preoccupati per la nostra sicurezza; vogliamo garantire che venga fatta la cosa giusta e non possiamo permettere immigrati clandestini nel paese».