Nuovi futuri attacchi nel Delta del Niger

13

NIGERIA – Abuja 19/04/2016. Il gruppo Niger Delta Avengers ha detto che compierà altri attacchi agli oleodotti del paese.

Questo gruppo ha già rivendicato la responsabilità di un grande attacco contro un oleodotto nella regione del Delta del Niger e ha detto che effettuerà ulteriori attacchi, pochi giorni dopo che il presidente Muhammadu Buhari ha promesso di reprimere «vandali e sabotatori», riporta Defence Web. Il Niger Delta Avengers ha, infatti, rivendicato l’attacco a un gasdotto sottomarino Shell a febbraio 2016 che ha interrotto i flussi di petrolio e ha costretto l’azienda a chiudere il suo terminale di esportazione di Forcados per settimane. I lavori di riparazione di Forcados dovrebbero essere terminati a giugno.

Gli attacchi ai gasdotti e la loro violenza sono aumentati da quando le autorità a gennaio hanno emesso un mandato di arresto per un ex leader del gruppo con l’accusa di corruzione. Nel comunicato del gruppo si legge: «Non siamo scoraggiati da queste minacce, continueremo a far saltare in aria i gasdotti fino a quando il popolo del Delta del Niger non sarà più emarginato dalle autorità nigeriane (…) Non abbiamo piacere nel prendere vite innocenti, quindi, la nostra lotta è orientata ad attaccare le installazioni petrolifere nella nostra regione e non la gente e non ci fermeremo davanti a nulla fino a quando non raggiungeremo il nostro obiettivo». Il petrolio del Delta fornisce il 70 per cento del reddito dello stato africano ma, come gran parte del resto della Nigeria, la regione ha goduto poco del flusso di reddito relativo, lo sviluppo è stato assente tanto che ha spinto i gruppi militanti a chiedere una quota maggiore di ricavi del greggio. I Niger Delta Avengers dicono di voler garantire alla popolazione locale una qualità della vita che rifletta il contributo della regione all’economia nazionale.