NIGERIA. Buhari visiterà Washington a breve

36

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il suo omologo nigeriano Muhammadu Buhari, attualmente a Londra, hanno avuto una conversazione telefonica nel pomeriggio del 13 febbraio. Dopo aver parlato con Buhari, Trump ha fatto un’altra chiamata al presidente sudafricano Jacob Zuma, riporta Koaci.

Per quanto riguarda il primo colloquio telefonico, Trump e Buhari hanno fatto la panoramica della cooperazione bilaterale tra gli Stati Uniti e la Nigeria, i modi e mezzi per rafforzare la cooperazione tesa a combattere efficacemente il terrorismo. Il numero uno nigeriano ha colto l’occasione per congratularsi con Trump per l’elezione a presidente degli Stati Uniti.

Femi Adesina, direttore delle comunicazioni di Buhari, prosegue il giornale, ha detto che: «I due leader hanno discusso i modi per migliorare la cooperazione nella lotta contro il terrorismo».

Per affrontare questa sfida, stando ad Adesina, il presidente Trump ha assicurato al presidente nigeriano la volontà degli Stati Uniti di firmare un nuovo accordo con la Nigeria per fornire armi da guerra per combattere i gruppi terroristici nel paese.

Trump ha anche incoraggiato Buhari a continuare il lavoro che ha iniziato e si è congratulato per gli sforzi tesi a salvare le 24 ragazze di Chibok. Il presidente Trump ha invitato il presidente Buhari a Washington; la data della visita sarà decisa in seguito.

Per quanto riguarda la conversazione telefonica tra Trump e Zuma, i due presidenti hanno riaffermato il loro impegno a rafforzare i già forti rapporti bilaterali tra i due paesi. I presidenti degli Stati Uniti e Sud Africa hanno anche discusso la necessità di lavorare insieme su questioni multilaterali e sulla ricerca della pace e della stabilità nel continente africano.

Secondo i due presidenti africani, le due interviste telefoniche si sono svolte su richiesta della Casa Bianca durante la giornata denominata “Giornata dell’Africa”, proprio per “fare un favore” alla nuova Amministrazione Usa.

Luigi Medici