Buhari a capo della Nigeria

78

NIGERIA – Abuja 29/05/2015. Trent’anni dopo la sua ascesa al potere, con un colpo di stato militare, Muhammadu Buhari si insedierà come presidente eletto della Nigeria, il 29 maggio 2015.

Nonostante i problemi che affliggono la Nigeria, nazione più popolosa dell’Africa e più grande produttore di petrolio, la vittoria elettorale di Buhari segna il primo trasferimento democratico di poteri della Nigeria, dopo cinque anni di scandali sotto la presidenza di Goodluck Jonathan. L’asceta coi sandali Bihari proviene dal nord musulmano del paese, e si è già impegnato a lottare contro la corruzione che pervade ogni aspetto della vita nella più grande economia dell’Africa. Anche se è un ex militare, e non un economista, Bihari è stato capo del Petroleum Trust Fund, durante l’epoca di Sani Abacha, dittatore militare, fornendogli un visione diretta del mondo della produzione del greggio. Durante la presidenza Jonathan, la compagnia petrolifera statale, Nnpc, è stato accusato dal governatore della banca centrale, poi licenziato, di non aver versato oltre 20 miliardi di dollari in proventi del petrolio di competenze del governo. Buhari ha anche promesso di intensificare la lotta contro Boko Haram che cerca di stabilire un califfato nella regione del nord-est del paese a ridosso del lago Ciad.