NIGERIA. Boko haram nega la carestia a Sambisa in un video

81

Boko Haram ha pubblicato nei giorni scorsi un video in cui si nega l’eventualità della carestia nella foresta di Sambisa, loro santuario.

Le forze armate della Nigeria, riporta Tvc News, avevano detto la settimana scorsa che avevano ripreso il territorio a Boko Haram andando a caccia di Abubakr Shekau, che potrebbe essere nascosto nella foresta di Sambisa.

Gran parte del nord-est della Nigeria, in particolare nello stato di Borno, rimane sotto la minaccia di Boko Haram. «Non manca il cibo nella foresta di Sambisa. Non è vero che siamo a corto di approvvigionamento alimentare e che vengono uccisi dalla fame», afferma uno dei protagonisti del video, un uomo non identificato con un fucile, affiancato da altri personaggi armati di fucili, cha appaiono nel video della durata di cinque minuti.

L’esercito della Nigeria aveva detto a dicembre 2016 di aver spinto Boko Haram fuori dalla foresta, roccaforte del gruppo, in un’operazione tesa a recuperare il terreno perduto con l’insurrezione islamista del 2009.

Boko Haram di è divisa l’anno scorso, con una fazione guidata da Shekau attivo dal bosco e l’altra, alleata dello Stato islamico e guidato da Abu Musab al-Barnawi, che ha la sua roccaforte nella regione del Lago Ciad.

«Invitiamo tutti i membri di restare fedeli al cento per cento a Shekau», ha detto l’uomo nel video;  «Non è vero che Shekau sia morto» ha poi detto, riferendosi alle precedenti rivendicazioni da parte dei militari nigeriani di averlo ferito a morte. Shekau, comunque, non è comparso nel video, diffuso on line dal 4 aprile.

Boko Haram ha ucciso più di 15 mila persone e ne ha costrette più di due milioni a fuggire dalle loro case durante la sua insurrezione finalizzata alla creazione di uno Stato islamico governato da una stretta interpretazione della Sharia nella nazione più popolosa dell’Africa.

Maddalena Ingrao