NIGERIA. Abuja intende aumentare le riserve di greggio

50

La Nigerian National Petroleum Corporation, Nnpc, ha dichiarato che il paese aumenterà le riserve di petrolio greggio di un miliardo di barili all’anno per raggiungere l’obiettivo di 40 miliardi di barili entro il 2020.

Secondo quanto riporta The Guardian Nigeria, l’amministratore delegato del gruppo Nnpc, Maikanti Baru, alla manifestazione su gas e petrolio ad Abuja, ha detto che l’obiettivo della società per il 2018 ed oltre era di aumentare le riserve di petrolio greggio di un miliardo di barili anno su anno dai 37 miliardi attuali a 40 miliardi di barili entro il 2020 ed inoltre di aumentare la produzione nazionale quotidiana di petrolio a tre milioni al giorno.

Baru ha detto che la sicurezza e l’ambiente, l’industria ad alto costo tecnico, il finanziamento degli investimenti, tra gli altri, così come i bassi prezzi del petrolio greggio, rimangono sfide fondamentali nel settore del petrolio e del gas, aggiungendo che l’Amministrazione attuale ha lavorato pesantemente per affrontarle. Secondo Baru, il governo ha emesso una politica aggiornata sul petrolio e sul gas e ha avviato il processo per l’emanazione di un nuovo disegno di legge sulla governance del settore petrolifero che fornisce chiarezza sulle istituzioni governative e definisce il loro ruolo nel settore. Inoltre, ha detto che la Nnpc sceglierà di raccogliere più finanziamenti dal mercato dei capitali per nuovi progetti. Ha poi notato che mentre la domanda interna di gas in Nigeria rimane senza precedenti con una domanda attuale giornaliera realistica di gas di 4.000 Nm3, che dovrebbe crescere in modo esponenziale a circa 7.500 nei prossimi cinque anni.

In un altro sviluppo, il governo federale dice che non approverà più i progetti di produzione del gas e del petrolio nell’industria petrolifera a meno che non ci siano programmi adeguati sui costi come ribadito dal ministro delle Risorse petrolifere, Ibe Kachikwu: «Il governo fornirà abbastanza gas per generare fino a 15GW di elettricità al settore energetico entro il 2020 e stimolare l’industrializzazione basata sul gas (…) gli accordi di fornitura continueranno ad essere resi efficaci con termini che garantiscono la copertura bancaria per fornire il comfort necessario ai produttori».

Tommaso dal Passo