Condannata la Nextel

75

MESSICO – Città del Messico 26/02/2016.  Un tribunale messicano si è pronunciato contro l’operatore wireless Nextel, ordinandogli di restituire circa 3 milioni di clienti per incassi impropri dal 2012 ad oggi.

Riporta la notizia l’agenzia di tutela dei consumatori Profeco e il quotidiano el Universal. Profeco ha, infatti, promosso la class-action per conto dei clienti interessati in un tribunale di Città del Messico. La causa contro Nextel riguardava una gamma di presunti oneri impropri, compresi quelli per «servizi che non sono stati consegnati, carenti o le cui caratteristiche e il contenuto differivano dai piani o pacchetti offerti». Nextel deve rimborsare i clienti a un tasso di interesse annuo del 9 per cento; i clienti interessati riceveranno un equivalente di compensazione superiore al 20 per cento delle loro perdite. La statunitense AT & T a gennaio 2015 aveva deciso di acquisire Nextel Messico per circa 1,88 miliardi di dollari.