Oltre un metro di neve in Giordania

116

GIORDANIA – Amman 14712/2013. Nella regione di Ajloun il 13 dicembre si è registrata la presenza di più di un metro di neve.

L’abbondante nevicata ha provocato interruzioni di corrente, oltre che aver contribuito a far chiudere le strade principali e quelle interne a causa del pesante accumulo di neve. I cittadini della zona hanno lamentato la mancata risposta delle autorità per riaprire le strade chiuse dal primo mattino. Nonostante le rassicurazioni da parte dei funzionari amministrativi giordani, le strade sono rimaste bloccate nella regione per tutto il giorno. La Società elettrica Irbid non è riuscita a garantire l’alimentazione elettrica nella regione tanto che città e villaggi della provincia hanno visto interruzioni durate parecchie ore nella fornitura di corrente elettrica, spesso causate da scarsa manutenzione.
Mohammed Smiran, governatore di Ajloun, ha detto che «la Provincia ha attivato unità che operano h24 per riaprire le principali strade in collaborazione con i servizi interessati», invitando i cittadini a non uscire dalle loro case se non assolutamente necessario in previsione di un ulteriore peggioramento della situazione metereologica.
I tecnici giordani sarebbero al lavoro anche in collaborazione con società private per aprire le strade principali verso Jerash, Irbid e Amman. 

Il peso della neve ha mandato in tilt le linee dell’alta tensione creando interruzioni in tutta la zona di Kufranja. Il pedonale medico con le sue 90 ambulanze non è riuscito a star e dietro alle chiamate di soccorso che hanno tempestato le autorità , ovviamente non preparate ad una simile evenienza che ha causata, tra l’altro anche numerosi crolli si case e strutture civili.