Brasile. Nessuna grazia per le accuse di corruzione

41

di Lucia Giannini BRASILE – Brasilia 01/12/2016. Il presidente brasiliano Michel Temer ha ha annunciato il 27 novembre di aver raggiunto un accordo con i leader del Congresso per impedire l’approvazione della grazia per le persone accusate di corruzione.

«Abbiamo raggiunto un accordo istituzionale con l’idea di, se è possibile, impedire lo svolgimento di qualsiasi proposta che porta a una sanatoria», ha detto Temer in una conferenza stampa congiunta con i presidenti delel due camere brasiliane, Rodrigo Maia e Renan Calheiros.

L’annuncio di Temer è giunto dopo che alcuni legislatori stavano facendo includere la grazie per alcuni reati connessi al finaziamento illegale della campagna elettorale in un pacchetto di misure anti-corruzione. Le misure surrettiziamente avrebbero agevolato gli indagati sul caso Petrobras. Per lo scandalo Petrobras ha perso circa 6,2 miliardi di reais tra il 2004 e il 2014, riporta Efe.

Temer ha detto ai giornalisti che stava considerando la registrazione di tutte le riunioni del governo dopo la pubblicazione di una registrazione che ha sollevato domande circa la “integrità” dell’ex ministro della cultura.

«Credo che le registrazioni clandestine siano sconvenienti, ma un ministro che registra una conversazione con il Presidente della Repubblica in quel modo, è un fatto estremamente grave», ha detto Temer.

Si fa riferimento al caso che ha visto le dimissioni del segretario del governo Geddel Vieira Lima per accuse di illeciti; le dimissioni sono seguite alle accuse mosse dall’ex ministro della Cultura, Marcelo Calero che aveva accusato Vieira Lima di avergli fatto indebite pressioni per permettere la costruzione di un edificio in un quartiere storico della città nord-orientale di Salvador; edificio dove Vieira Lima aveva acquistato un appartamento. Calero ha anche detto alla Polizia Federale che aveva sentito la stessa pressione da Temer e dal capo di gabinetto, Eliseu Padilha. La registrazione della conversazione tra Calero e Temer potrebbe portare ad accuse di ingerenza. Cavalcando la protesta, il Partito dei lavoratori stava analizzando se chiedere la rimozione di Temer dalla carica.