Intelligence condivisa NATO-Israele contro DAESH

11

ISRAELE – Gerusalemme 15/06/2016. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha detto che Israele è pronto a condividere informazioni con la Nato per aiutare a combattere il terrorismo islamico, durante una incontro con gli ambasciatori alleati in vista di un vertice.

Netanyahu, riporta Arutz Sheva7, ha detto:«Parigi, Bruxelles, Londra, Tel Aviv, Gerusalemme, Bali, Mumbai, New York, San Bernardino e ora Orlando e tante altre città sono stati colpite dallo stesso male. Il terrore non conosce confini, ed è per questo che la nostra cooperazione nella battaglia contro il terrorismo non deve conoscere confini (…) Un giorno ISIS uccide i gay, il giorno dopo gli yazidi, e poi ebrei, musulmani e cristiani (…) Siamo pronti ad aiutare la Nato in questa lotta collettiva. Siamo pronti a condividere la nostra intelligence e la nostra esperienza per questo sforzo comune».
Ambasciatore danese in Israele Jesper Vahr (nella foto) ha aggiunto: «Non vi è alcuna giustificazione per il terrorismo. Punto e basta. E questo è vero se succede a Parigi, che ancora una volta la notte scorsa è stata teatro di un atto spregevole di terrore, a Tel Aviv o ad Orlando».
Vahr anche trasmesso un messaggio a Israele del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, che ha definito Israele come «un partner molto importante per la Nato (…) Come le nazioni dell’Alleanza, Israele è una società democratica aperta. Oggi le nostre nazioni devono affrontare maggiori minacce, più complesse rispetto a quelle precedenti. È giusto che i paesi che condividono valori comuni di democrazia, diritti umani e Stato di diritto, lavorino insieme per il bene di tutti noi. Israele per molti anni è stato un membro attivo del Dialogo Mediterraneo della Nato. L’unico forum di sicurezza che riunisce i paesi della Nato con Israele e paesi arabi. E il mese scorso, Nato e Israele sono andate oltre, accettando di stabilire una missione di Israele alla Nato. Avere una missione ci aiuterà a portare la nostra cooperazione politica e pratica ad un livello superiore. Nato e Israele sono partner naturali».
La Nato terrà un vertice a Varsavia il 8 e 9 luglio e l’incontro del 14 giugno a Gerusalemme ha avuto lo scopo di discutere questioni relative al meeting. Israele ha detto che intendere rinvigorire i suoi legami con l’Alleanza tramite l’apertura di una missione permanente a Bruxelles; Netanyahu ha detto il 14 giugno che Israele stava lavorando per aprire l’ufficio al più presto possibile.