Nasce la politica di sicurezza comune dei BRICS

44

di Antonio Albanese STATI UNITI D’AMERICA – New York 24/09/2016. I ministri degli Esteri Brics hanno condannato i recenti attacchi terroristici contro l’India e altri paesi, premendo per l’accelerazione del patto internazionale contro il terrorismo, al fine di dare il giusto peso legale di uno sforzo globale concertato per contrastare questo flagello.

I ministri di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica in una riunione a margine del la LXXI sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite hanno ridiscusso il loro partenariato strategico e hanno discusso della cooperazione reciproca, riporta Sarkaritel.

Il gruppo dei ministri, l’India attualmente presiede i Brics, in un comunicato emesso dopo la riunione, ripreso da Sarkaritel, hanno condannato gli attacchi terroristici contro alcuni paesi Brics come l’India, dicendo che occorre «esortare gli sforzi concertati per contrastare il terrorismo su una base giuridica internazionale, sotto gli auspici delle Nazioni Unite, e hanno espresso la convinzione che un approccio globale sia necessario per garantire una lotta efficace contro il terrorismo (…) richiedendo una rapida conclusione dei negoziati sulla convenzione globale contro il terrorismo», recita la nota.

L’India si è fatta promotrice di questa iniziativa internazionale circa 20 anni fa; ma i lavori si sono arenati sulla definizione di terrorista. Il Pakistan e molti altri paesi musulmani e arabi non vogliono farvi rientrare le organizzazioni che considerano movimenti di liberazione nazionale.

Anche se la Cina ha appoggiato le mozioni degli altri ministri Brics sulla lotta al terrorismo, Pechino ha appoggiato il Pakistan all’Onu. Secondo il comunicato, i ministri hanno riaffermato la necessità della riunione degli Esperti Brics della Sicurezza Nazionale, così come la costituzione di un gruppo di lavoro Brics sulla lotta al terrorismo con un primo incontro a New Delhi.

Il prossimo vertice Brics si terrà a Goa ad ottobre 2016 e la Cina dovrebbe subentrare alla presidenza del gruppo nel 2017.