Nasa attaccata da Hacker cinesi

39

USA – Washington. L’Agenzia governativa responsabile del programma spaziale americano e della ricerca aerospaziale ha scoperto, lo scorso novembre, incursioni nel sistema informatico, causate da hacker.

«Gli attacchi provengono da indirizzi IP localizzati in Cina e hanno fatto breccia nel network del Jet Propulsion Laboratory (Jpl), ottenendo l’accesso alle reti e agli account degli utenti», ha spiegato l’Ispettore Generale Paul Martin alla Commissione House Science, Space and Technology, alla fine di febbraio 2013.

Gli hacker hanno tentato di introdurre malware nei sistemi di rete dell’ente spaziale e hanno prodotto l’accesso non autorizzato ai sistemi dell’Agenzia. Ma l’elemento che desta maggiore preoccupazione è che dal 2010 al 2011,la Nasa ha subito 5.408 violazioni ed attacchi digitali. I pirati informatici sono riusciti a rubare le credenziali di accesso di circa 150 dipendenti, sottraendo “informazioni pesanti” all’Agenzia.