Nagorno-Karabakh. Bako Sahakyan ancora presidente

29

Il presidente Bako Sahakyan è stato rieletto con il 66,7% dei voti (47.085) alle elezioni che si sono tenute giovedì 19 luglio.

Il suo sfidante, il Generale Vitali Balasanyan, ha raggiunto il 32.5% dei voti (22.966), mentre l’accademico Arkadi Soghomyan si è attestato sullo 0.8% (594 voti). Tale elezioni rappresentano una svolta per la repubblica del Nagorno-Karabakh, perché per la prima volta un oppositore al presidente ottiene un terzo dei voti e può quindi creare un’opposizione capace di influenzare le scelte del parlamento.

Tale esito dell’elezione è accompagnato dai mancati riconoscimenti da parte della comunità internazionale, tra cui spicca la Russia tramite le parole del suo Ministro degli Esteri, Alexander Lukashevich, e la Georgia.

Dopo la vittoria il presidente armeno Serzh Sargsyan ed il Segretario del Concilio di Sicurezza Nazionale, Arthur Baghadasaryan, si sono complimentati con il neopresidente e con tutta la repubblica autonoma che ha dimostrato alla comunità internazionale la capacità di condurre elezioni democratiche.