Amnistia in Myanmar

15

MYAMAR – Yangon 23/01/2016. Il Myanmar ha cominciato a liberare i primi 52 di circa 100 detenuti il 22 gennaio, riporta NationNews.

Si tratta di detenuti politici, pochi giorni prima che is insedi il parlamento dominato dal partito di Aung San Suu Kyi. La liberazione di prigionieri politici da parte dell’amministrazione uscente del presidente Thein Sein arriva dopo che il vice segretario di Stato Usa Anthony Blinken aveva sollecitato il Myanmar a liberare tutti i prigionieri politici durante una sua recente visita. L’amnistia dà una spinta dell’ultimo minuto a Thein Sein, il cui governo semi-civile in 2011 ha sostituito una giunta che aveva gestito il Myanmar per 49 anni, inaugurando una serie di riforme politiche ed economiche.