Il Vallum tunisino con la Libia

8

TUNISIA – Tunisi 08/07/2015. Il primo ministro tunisino Habib Essid ha annunciato l’apertura dei cantieri per la costruzione di un muro al confine con la Libia, dopo il sanguinoso attentato di Sousse.

Essid ha detto che la decisione rientra negli sforzi del governo per impedire l’infiltrazione di militanti dalla Libia; Essid ha anche sottolineato che il suo paese sta valutando il finanziamento del progetto con i suoi partner, per creare barriere elettroniche al confine con la Libia. I lavori, iniziati il 7 luglio prevedono la costruzione di un muro e un fossato lungo il confine con la Libia dopo l’attentato del mese scorso. Il Primo Ministro ha detto in un’intervista con la televisione di stato: «Abbiamo iniziato a costruire un muro di sabbia e a scavare una trincea al confine con la Libia (…) sarà lungo 168 chilometri e sarà pronto alla fine del 2015 (…) La Libia è diventata un grande dilemma». Tunisi teme che le centinaia di militanti tunisini tornino per effettuare altri attacchi stile Bardo e Sousse nel loro paese. Gli ostacoli fisici andrebbero poi, implementati, ha detto Essid, con barriere elettroniche, sempre al confine con la Libia, nonostante il costo proibitivo; il premer ha aggiunto che la Tunisia sta studiando con i suoi partner il finanziamento di tali barriere.