I robot del futuro prossimo venturo

16

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 14/03/2016. Se pensavamo che solo nei film di fantascienza irobot umani di potessero guidare mezzi “normali” non modificati, ci sbagliavamo.

La sperimentazione Yamaha Beyond Human Capabilities” ha portato alla creazione di Motobot presentato recentemente. Ma le implicazioni di un simile esperimento sono infinite e nella scia degli studi dell’Internet delle cose di cui ci siamo occupati recentemente. Attaccando un robot umanoide a un normale sistema di trasporto, lo si rende robotizzato inumi batter di ciglia. È questa un’altra riflessione esplosiva dalle implicazioni positive e, purtroppo, ance negative del polemologo John Robb. Mettendo un robot alla guida di un mezzo, auto, moto, camion, nave, aereo, l’umanoide sente e vede quello che un pilota umano prova. Rispetto alla modificazione dell’intero sistema dei mezzi di trasporto, è una soluzione “economica” ed efficace, in prima, ma anche rapida rispetto alla riconfigurazione globale dei veicoli.

«Questo approccio aggira la necessità di ricablare il veicolo. Il ricablaggio, come ogni ingegnere e meccanico sa, rende le cose difficili. Semplicemente, se si apre il pannello di controllo di un veicolo per modificarlo, i costi di installazione salgono in modo esponenziale e l’onere normativo (prove, certificazioni, autorizzazioni) diventa follemente pesante», scrive Robb. Il sistema ricorda molto la nascita di Internet. «È molto simile a come la grande base installata di Pc è stati convertiti “auto-magicamente in una notte” nei computer di Internet con la semplice aggiunta di un modem e di alcuni software (…) Per come stanno andando le cose, vedremo robot alla guida / a volare / nei sistemi di navigazione in maniera diffusa entro un decennio Una volta che ciò accade, i costi, i benefici (1.000% più sicuri delle auto-guidate), questi sistemi li renderanno onnipresenti». E il lato negativo? Questa modalità robotica è asimmetrica. «Per esempio: i robot potrebbero potenzialmente trasformare qualsiasi veicolo in una VBIED», una realtà che dati i tempi che viviamo, non è da escludere. Assolutamente.