Mahalla Minor la moschea più grande dell’Uzbekistan

133

UZBEKISTAN – Tashkent, nei pressi del cimitero “Minor” sulla riva del Ankhor è stata costruita l moschea più grande dell’Uzbekistan. La costruzione è iniziata in settembre ed è quasi ultimata. Secondo la rivista uzbeka uznews.net la moschea in Centro Asia è seconda solo a quella di “Hazrat Sultan” ad Astana in grado di ospitare cinquemila visitatori.

La superficie della mosche uzbeka è di oltre 11 ettari. La moschea di Mahalla Minor a Tashkent è stata voluta dal presidente Islam Karimov che nel luglio 2013 ha firmato i permessi per la costruzione. La Moschea è stata finanziata con fondi del bilancio dello Stato e dalla Società dei musulmani in Uzbekistan. Secondo alcune indiscrezioni, dietro alla costruzione vi sarebbe anche l’oligarca russo Alisher Usmanov che avrebbe sostenuto parte dei costi.  Il progetto, in base a un decreto presidenziale, prevede la fine lavori entro il primo gennaio 2014. L’inaugurazione dovrebbe avvenire entro novembre 2014. Inizialmente l’edifico doveva nascere nel centro della città, a Mahalla Almazar situato tra il centro e Navoi. Il progetto della costruzione doveva essere ispirata al Taj Mahal, e la dimensione doveva essere seconda solo alla Mecca. Ma poi questa idea è stata abbandonata per via dei costi troppo elevati per «la necessità di trasferire numerose prescrizioni Mahalla “anime morte”». Prima di questo, è stato riferito che le autorità uzbeke avevano intenzione di costruire una grande moschea in Piazza Indipendenza, sede di un monumento ai caduti . Secondo “Wikileaks” nel 2008 la dirigenza uzbeka stava progettando di costruire una grande “edificio religioso e culturale”, nel centro di Tashkent, al posto della tomba del Milite Ignoto, un memoriale in onore dei soldati uzbeki morti nella seconda guerra mondiale. Wikileaks sosteneva che a costruire la moschea sarebbe stata la «Proprietà Dubai» Emirati Arabi Uniti.