Mosca, nuova norma contro il terrorismo

52

RUSSIA – Mosca. 07/01/13. Modifiche alla legge contro il terrorismo in vista per il Cremlino a tutela dei giochi olimpici. Il Consiglio della Federazione Russa intende proporre una nuova legge contro l’apologia del terrorismo per punire i funzionari e agenti delle forze dell’ordine inadempienti o che non saranno attenti sul territorio, la cui pena corrispondente sarà la reclusione fino a 15 anni.

Ciò comporterà anche una modifica al codice penale della federazione russa, come suggerito dal vice presidente del comitato FC per la legislazione costituzionale, le questioni giudiziarie e legali, lo sviluppo della società civile, Konstantin Dobrynin.

Pene previste anche per i parenti dei terroristi ai quali sarà richiesto un risarcimento dei danni da attacchi condotti dai dai propri cari. Il senatore Dobrynin propone di attuare nei loro confronti l’articolo 293 del codice penale (negligenza), circostanze aggravanti speciali e la punizione per apologia del terrorismo, sotto forma di reclusione per un periodo di 7 a 15 anni, con l’interdizione a ricoprire cariche pubbliche a vita e alla privazione del titolo militare o titolo onorario, rango di classe e premi di stato». Secondo Dobrynin tale norma dovrebbe scoraggiare le persone a compiere atti terroristici e a tutelare le famiglie (almeno da un punto di vista economico) di chi perderà la vita negli attentati terroristici. Non solo, scoraggerà i militari e i poliziotti ad essere negligenti sul posto di lavoro. «In questo caso si fa riferimento al principio di giustizia penale. Se vi è una maggiore responsabilità per l’attentato alla vita di agenti delle forze dell’ordine e membri della sua famiglia, riteniamo che anche faticosamente ci si prenderà cura dei familiari, se invece questi funzionari avranno un atteggiamento di noncuranza e si muoveranno a casaccio nel svolgere i propri compiti, vi sarà per loro una maggiore responsabilità penale, anche da morti»  ha detto il vice presidente della commissione competente del Consiglio della Federazione .

Il senatore ha sottolineato che «Dopo i tre attacchi terroristici a Volgograd, in vista delle Olimpiadi di Sochi, se possiamo aiutare la lotta contro il terrorismo con un approccio giuridico e non solo con dichiarazioni, facciamolo» ha aggiunto .