Mosca: pronti a proteggere cittadini russo-ucraini

47

RUSSIA – Mosca. 15/03/14. La testata ca-news.org kazaka ha pubblicato la notizia secondo cui, «la Russia è consapevole della propria responsabilità per la vita dei connazionali e l’Ucraina, e si riserva il diritto di proteggerli».

la fonte citata dal giornale è il ministero degli Esteri che ha così commentato gli scontri Donetsk del 13 di marzo. «La Russia è consapevole della propria responsabilità per la vita dei connazionali in Ucraina, e si riserva il diritto di prendere sotto la protezione delle persone» ha detto in un comunicato pubblicato sul sito ufficiale ieri.

Secondo il rapporto, «il 13 marzo 2014 a Donetsk, sono avvenuti tragici eventi e spargimenti di sangue». «I manifestanti pacifici, son andati in piazza per esprimere il loro atteggiamento verso la posizione distruttiva di persone che si definiscono le autorità ucraine, sono stati attaccati da gruppi di destra, armati che sonda rrivati in città da altri parti del Paese. Gli scontri hanno portato a un elevato numero di feriti  e una persona è stata uccisa» ha rilevato il Smolensk Square.

Secondo altre relazioni, durante gli scontri sono morte 2 persone. Attacco sui dimostranti a Donetsk dimostra che le autorità di Kiev in realtà non controllano la situazione in Ucraina, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo.

«Abbiamo più volte affermato che chi è salito al potere a Kiev deve disarmare i militanti e garantire la sicurezza pubblica e il legittimo diritto delle persone di tenere comizi. Purtroppo, gli eventi in Ucraina, mostrano il contrario, le autorità di Kiev non controllano la situazione nel paese». Ha detto in una dichiarazione il Ministero degli Esteri russo. Essa rileva che «il 13 marzo a Donetsk eventi tragici e spargimenti di sangue».