Mosca vende le scorte alimentari per calmierare i prezzi

33

La Russia vende 500.000 tonnellate di cereali provenienti dalle scorte di Mosca accumulate nel nel 2012 per rallentare l’aumento dei prezzi sul mercato interno, lo ha dichiarato il il vice ministro all’Agricoltura Ilya Shestakov, il 2 ottobre, alla Reuters.

Il grano sarebbe stato venduto in Siberia, gli Urali e le regioni dell’Estremo Oriente, Shestakov ha detto, che altre derrate alimentari di frumento sono destinate alla macinazione e saranno vendute a mugnai ad un prezzo a partire da 7.500 rubli ($ 240) per tonnellata. Il maltempo ha colpito la produzione di grano in Russia, Kazakistan e Ucraina e potrebbe causare un aumento dei prezzi del grano.