Mongolia al voto

43

Quinta elezione parlamentare nella storia della Mongolia. Più di 500 candidati in rappresentanza di 11 partiti e due coalizioni di partito si contendono i 76 seggi in Khural Grande Stato.

In cima alla lista dei favoriti, fa sapere ORSAM, i sono il Partito popolare, il principale partito di opposizione democratica, e ancora la coalizione formata dal Partito rivoluzionario del popolo mongolo con il Partito nazionale democratico della Mongolia. Gli iscritti al voto sono circa 1,8 milioni di elettori e si recheranno in meno di 2.000 seggi elettorali a livello nazionale. Secondo gli ultimi sondaggi, il Partito Democratico è un passo avanti al Partito popolare. Uno dei motivi per cui quest’ultimo è in sofferenza secondo i sondaggi è legato al fatto che il nuovo partito separatista, Partito rivoluzionario del popolo mongolo, guidato dall’ex-presidente Enkhbayar, ha fatto breccia nel suo elettorato naturale. Enkhbayar è stato arrestato nel mese di aprile con l’accusa di corruzione e non è ora in grado di presentarsi come candidato stesso alle elezioni parlamentari.