Currency swap nippo-sudcoreano KO

66

COREA DEL SUD – Seul 16/02/2015. Un accordo currency swap del 2001 tra il Giappone e la Corea del Sud non sarà rinnovato alla sua scadenza a fine mese a causa dell’inasprimento dei rapporti tra i paesi.

La Banca di Corea, il 16 febbraio, ha detto che l’accordo volto ad aiutare reciprocamente i paesi nelle crisi finanziarie, si concluderà 23 febbraio, e che entrambe le parti hanno convenuto di cooperare in «modo appropriato secondo le necessità», non rinnovando l’accordo. ha aggiunto. Il ministero delle Finanze del Giappone, in una dichiarazione separata, ha confermato la decadenza e ha detto che i ministri dei due paesi si riuniranno a Tokyo il 23 maggio. Nel corso degli anni, i due paesi hanno regolato dimensioni e dettagli dell’accordo, che si è ampliato a ben 70 miliardi di dollari nel 2011. Lo swap è stato ridotto l’anno seguente vista la crisi tra i due paesi, aggravatasi da storiche controversie. A quel tempo, sia Seoul che Tokyo hanno cercato di sdrammatizzare, dicendo che la mossa è basata esclusivamente su fattori economici e finanziari: l’accordo ha permesso a ciascun paese di utilizzare le rispettive valute per ottenere dollari dall’altro ad un tasso predeterminato. Le riserve in valuta estera della Corea del Sud erano pari a 362 miliardi di dollari alla fine di gennaio 2015. Il mancato rinnovo era comunque era nell’aria: ad ottobre del 2014, il ministro delle finanze giapponese Taro Aso aveva detto che il patto non sarebbe stato rinnovato a meno che la Corea del Sud non lo avesse richiesto.