Chisinau chiede il mantenimento delle sanzioni russe

13

MOLDAVIA – Chisinau 13/06/2016. Il presidente moldavo Nicolae Timofti ha invitato l’Unione europea a mantenere le sanzioni sulla Russia, dicendo che la regione separatista della Moldova, la Transnistria, è stata il “primo esperimento” del Cremlino nell’alimentare i conflitti separatisti.

In un incontro con il primo ministro ceco Bohuslav Sobotka il 10 giugno, riporta Publika Tv, Timofti ha detto che, molto prima della crisi Ucraina, che ha provocato le sanzioni sulla Russia, Mosca ha sostenuto gli sforzi indipendentistici della Transnistria, e continua a ostacolare gli sforzi della Moldavia per l’integrazione con l’Unione europea. «L’interesse della Russia a preservare la sua influenza in questa zona è un serio ostacolo sulla strada dell’avvicinamento della Moldavia all’Unione Europea» ed è per questo che le sanzioni Usa e Ue sono necessarie e devono rimanere.