Minsk chiede a Mosca bilance commerciali in materia petrolifera

28

BIELORUSSIA – Minsk. 16/08/13. Bielorussia e Russia hanno concordato di coordinare la loro posizione sulla distribuzione del petrolio per l’anno in corso in occasione della prossima riunione del Consiglio dei Ministri dello Stato dell’Unione.

Secondo BelaPAN, il Ministero dell’Energia, il Ministero dell’Economia della Bielorussia hanno chiesto alla Russia di mettere a punto un documento in cui si arrivi a un equilibrio dei prezzi sulla produzione, vendita, distribuzione di petrolio e prodotti petroliferi per l’anno 2013 in Bielorussia, in modo da poter esaminare tale documento nella prossima sessione del governo dell’Unione, che può essere tenuto tra settembre-ottobre.

A quanto si apprende dalla agenzia di stampa naviny.br quello che si vuole creare è una serie di bilance di combustibile e di energia risorse, che si coordinano regolarmente tra i due paesi e che vadano a misurare la: carica di gas di petrolio, benzina, gasolio, olio combustibile, carbone ed elettricità. Ad oggi, “l’equilibrio” è stato trovato per tre settori gas naturale, l’elettricità e il carbone. Il bilanciamento del greggio, che espone i volumi delle forniture di petrolio russo alla Bielorussia per tutto il 2013 non è stato ancora concordato. Secondo BelaPAN , dopo l’intesa sul petrolio, la Bielorussia e la Russia firmeranno accordi  per la benzina, il gasolio e l’olio da riscaldamento. 

Nel frattempo, le forniture di petrolio russo alla Bielorussia nel quadro di programmi di consegna trimestrali sono stati approvati. 

«In particolare, nel mese di luglio di quest’anno», fanno sapere dal Ministero dell’Energia russo: «La fornitura di petrolio alla Bielorussia duty-free, il bilancio russo subisce perdite. Per compensare queste perdite si ritiene possibile la creazione di una joint venture tra grandi imprese della Bielorussia e della Russia». 

Attualmente discutendo la possibilità di realizzare progetti comuni sulla base di MAZ e KAMAZ (produzione di veicoli industriali) la parte russa ha ripetutamente espresso insoddisfazione per la lentezza della realizzazione di tali progetti. «I progetto di unire il MAZ e KAMAZ è stato discusso per un anno e mezzo, durante i quali si può effettivamente aumentare la produzione di entrambi i modelli», – ha dichiarato nella primavera di quest’anno, in un’intervista con BelaPAN ambasciatore russo alla Bielorussia Alexander Surikov . 

Secondo gli esperti, se i passi concreti per l’attuazione dei progetti bielorusso-russo nel settore dell’economia reale non andranno a buon fine, il coordinamento del saldo petrolio continuerà in modalità trimestrale. Il Primo Vice Primo Ministro Vladimir Semashko in agosto ha riferito che la parte russa ha firmato gli accordi petroliferi con la Bielorussia per il 2013 e 2014.