Inflazione al 2,13 % in Messico

41

MESSICO – Città del Messico 08/01/2016. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato in Messico del 2,13 per cento nel 2015, il livello più basso degli ultimi anni.

Il dato è stato fornito dall’Istituto Nazionale di Statistica e Geografia, Inegi. Il Cpi era salito del 4,08 per cento nel 2014, del 3,97 per cento nel 2013 e del 3,57 per cento nel 2012. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato solo dello 0,41 per cento nel mese di dicembre 2015, rispetto al dicembre 2014, quando l’indicatore dei prezzi era aumentato del 0,49 per cento. Il nucleo del tasso d’inflazione, che esclude volatilità dei prezzi alimentari ed energetici, è aumentato del 0,31 per cento sempre a dicembre, con il tasso di inflazione nei 12 mesi attestatosi a 2,41 per cento, scrive l’Inegi. I settori che hanno avuto il più grande effetto sull’indice sono stati le merci non alimentari, salito del 0,54 per cento a dicembre e del 2,93 per cento nel 2015, mentre prodotti alimentari, bevande e tabacco sono aumentati del 0,41 per cento e del 2.68 per cento nel corso dell’intero anno. Frutta e verdura, aumentata fino al 5,62 per cento, e l’istruzione, salita del 4,29 per cento, hanno giocato il ruolo più importante nel pompare il tasso di inflazione; il settore merceologico i cui prezzi sono aumentati di più a dicembre è stato quello della frutta e verdura, in crescita del 5,99 per cento. Con il crollo dei prezzi del petrolio, il settore energetico ha contribuito solo per lo 0,006 per cento all’indice dei prezzi al consumo a dicembre e dello 0,06 per cento come tasso annuo.