Cooperazione ad alto potenziale tra Messico e Australia

14

MESSICO – Città del Messico 03/08/2016. Messico e Australia hanno deciso di sfruttare il “potenziale enorme” insito nel loro rapporto bilaterale, che ancora non è stato adeguatamente sfruttato.

Ad essere interessati soprattutto commercio, turismo e istruzione. Nel quadro della sua visita nella capitale messicana, il governatore generale australiano, Peter Cosgrove, ha concordato con il presidente messicano Enrique Peña Nieto di andare avanti con il dialogo politico a tutti i livelli, riporta Laht. In questo modo bisognerà «promuovere una maggiore crescita negli scambi economici», dato che, sebbene il volume annuale degli scambi bilaterali arrivi a più di 1,6 miliardi di dollari, si tratta di «una cifra ancora molto al di sotto delle enormi potenzialità che abbiamo», ha detto Peña Nieto. Le due nazioni condividono la stessa posizione all’interno dell’ordine internazionale, entrambe sono membri del G20, il gruppo Mikta – composto da Messico, Indonesia, Corea del Sud, Turchia e Australia – e sono firmatari della Trans-Pacific Partnership. La ratifica del Tpp, ha detto il presidente messicano, «senza dubbio renderà possibile una maggiore integrazione tra le economie dei paesi delle Americhe e della regione asiatica». Peña Nieto ha poi detto che lui e Cosgrove avevano discusso dei modelli educativi australiani e «della grande opportunità rappresentata dal fornire agli studenti messicani (…) l’accesso a diversi livelli di formazione in Australia». L’Australia è una delle cinque più importanti destinazioni per gli studenti messicani. Cosgrove, in Messico per il 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due paesi, ha sottolineato le opportunità nel settore turistico offerte da un dialogo aperto. «Sempre più australiani stanno visitando il Messico», ha detto, notando che 80000 dei suoi connazionali lo avevano fatto l’anno scorso, una situazione che fa intravede una più stretta collaborazione. Ha poi detto che la cooperazione nei settori della scienza e della tecnologia ambientale, e l’innovazione, sono stati discussi in occasione della riunione, e ha promesso che la sua nazione intende continuare a collaborare con il Messico sul lo “sviluppo sostenibile, su questioni umanitarie e sul controllo degli armamenti.