Messicani su Marte

127

di Maddalena Ingrao MESSICOGuadalajara 30/09/2016. Centinaia di bambini e adolescenti messicani sognano di indossare le tute spaziali e viaggiare verso Marte o altri pianeti. È quello che è venuto fuori durante una chat live avvenuta il 28 settembre con il direttore della Nasa, Charles Bolden (nella foto).

A fare domande sullo spazio, sulle astronavi e sulla vita in altri pianeti, riporta Efe, circa 1.000 studenti provenienti dalle zone più povere della città occidentale di Guadalajara che hanno così spezzato la solennità del Congresso Internazionale di Astronautica.

Senza giacca e con le maniche della camicia arrotolate, Bolden ha entusiasmato bambini e ragazzi con la promessa che gli Stati Uniti invieranno esseri umani sul Pianeta Rosso entro il 2030 mostrando un video sulle previste prime missioni su Marte.

Il direttore Nasa ha incoraggiato i bambini a studiare “duramente” se volevano indossare una tuta spaziale e diventare astronauti, scatenando gli applausi dei ragazzi. Il LXVII Congresso Astronautico Internazionale riunito a Guadalajara si conclude il 1 ottobre; vi hanno partecipato i direttori  delle agenzie spaziali di tutto il mondo, insieme a più di 3.000 esperti, tecnici e scienziati provenienti da 78 paesi.